“Con la Next School non abbiamo avuto dubbi e non siamo stati smentiti dai fatti”

Siamo Sergio e Daniela, genitori, lavoratori, di una bambina che frequenta la prima elementare.

Lo scorso anno, con l’apprensione tipica dei genitori, che ambiscono sempre al meglio per i propri figli e per l’organizzazione familiare, ci siamo trovati di fronte alla scelta dell’istituto scolastico presso cui iscrivere nostra figlia. Avevamo un’idea, cercavamo una scuola che considerasse il bambino “al centro”.

Sì! Al centro. La nostra profonda convinzione è che la scuola primaria sia la più importante per la costruzione della conoscenza e della personalità e che rappresenti il fondamento della definizione del pensiero dell’individuo.

Nella nostra esperienza professionale abbiamo compreso che il mondo delle aziende e delle professioni, richiede una marcia in più per affrontare le sfide richieste dai contesti competitivi e ambiziosi, richiede le soft skills, quel sacro fuoco che spinge l’individuo alla scoperta ed all’innovazione e che gli permette di “lanciare il cuore oltre l’ostacolo”.

Ciò è possibile se lo studio non assume scopi autoreferenziali, volti alla mera ricerca di un lavoro, ma di crescita e di spinta per l’individuo, sollecito, non a fare bene ma, a fare sempre meglio, a misurarsi con le proprie possibilità e spingersi oltre.

Consapevoli che la matematica guida il mondo, le materie umanistiche indirizzano il pensiero, le arti orientano la personalità dell’individuo, le lingue straniere permettono di confrontarsi con ogni cultura, gli sport fortificano il corpo affinché la mente sia lucida e concentrata verso gli obiettivi, eravamo certi di volere, per nostra figlia, una scuola che potesse dare rilievo al pensiero critico ed alla cultura esperenziale, tanto quanto alla cultura generale.

Nel momento in cui ci hanno raccontato il progetto della Next School, abbiamo avuto la certezza di trovare tutto questo. Non abbiamo avuto dubbi e non siamo stati smentiti dai fatti.

Alla Next School, nostra figlia è invogliata ad esprimersi come individuo, a scoprire il perché delle cose, a confrontarsi con i propri compagni, ad utilizzare lo spirito di solidarietà per il sostegno reciproco, ad applicare nella pratica quello che impara, ad esporsi attraverso domande ed esprimere il proprio spirito creativo, a trovare nell’abbraccio e nel sorriso, il valore dell’amicizia.

Nostra figlia studia i contenuti della scuola tradizionale, rigorosamente secondo i programmi ministeriali, e grazie all’innovazione dettata dalla tecnologia, riesce a sperimentare e trovare l’applicazione pratica delle conoscenze acquisite.

La conoscenza delle altre culture non la apprende solo sui libri, ma “immergendosi” per un giorno nella vita quotidiana di altri popoli, riproducendone e interpretandone, usi, costumi, riti.

Alla Next School, le scienze si apprendono anche attraverso le riproduzioni perfette dei modelli reali: il corpo umano, il sistema solare ecc.

Alla Next School i bambini scoprono le tecniche di crescita personale e l’uso delle mappe mentali, imparano a suonare i diversi strumenti musicali e cantano, in coro perfetto e armonico, le canzoni che hanno fatto la storia della musica.

Inoltre, la gestione del tempo pieno, le attività incluse, la mensa a km zero (pranzo e merenda), la divisa scolastica, i compiti svolti a scuola, la formula “no zaino”, permettono una organizzazione familiare ottimale e importanti benefici sul bilancio complessivo della famiglia.

Decine di altri esempi potremmo portare, tuttavia, rischieremmo di non rendere giustizia a quello che ognuno potrà poi verificare, con i propri occhi, parlando con gli insegnanti, guardando i lavori dei bambini o la loro grafia impeccabile, o semplicemente, nel veder vivere la scuola, come tutti vorremmo averla vissuta.

La Next School è la scuola che ognuno di noi avrebbe voluto. E finalmente, a Ragusa c’è!

Category: Testimonianze

Next School Logo

Via Psaumida n 15 A 97100 Ragusa
P IVA 01671180881
Kids School srl