Tutto ma proprio tutto quello che dovresti sapere

sulla Scuola Primaria Paritaria Bilingue a Ragusa

Cosa deve offrire la scuola ai nostri figli?

Siamo partiti da una domanda: “Cosa deve offrire la scuola ai nostri figli?”

La risposta è tardata ad arrivare, perché per anni, da mamma innamorata dei propri figli, mi sono guardata intorno in cerca di un’“offerta” scolastica all’altezza delle mie aspettative.

Sia io che mio marito volevamo una scuola che non solo formasse i nostri figli da un punto di vista didattico così da prepararli per il futuro nella maniera migliore, ma che li rendesse felici e vogliosi di apprendere, in un ambiente stimolante, creativo e innovativo.

Così, è iniziata la nostra ricerca!

Diverse visite a scuole innovative e la partecipazione a tanti corsi e seminari, ci hanno fatto capire che bisognava fare qualcosa di più e “andare oltre”.

C’era bisogno di qualcosa che potesse contribuire a migliorare e arricchire l’esperienza scolastica dei nostri bambini e, nello stesso tempo volevamo creare una realtà anche per gli altri bambini della nostra amata città, Ragusa.

Da questa visione ha preso vita un’idea, un progetto, un sistema alternativo di scuola volto ad attuare un cambiamento significativo, in grado di creare le condizioni per la realizzazione personale e professionale delle future generazioni.

Bilinguismo

“Una lingua diversa è una diversa visione della vita”
(Federico Fellini). 

Conoscere un’altra lingua è un investimento che offre enormi opportunità per il futuro.

I nostri studenti ogni giorno imparano l’inglese da insegnanti madrelingua. Il nostro è un meotodo immersivo: coniughiamo le nozioni teoriche con attività pratiche.

Ci teniamo a chiarire che la nostra scuola segue il programma ministeriale e si autodefinisce “bilingue” perché la lingua straniera (nel nostro caso l’inglese) è molto più presente che nella scuola pubblica, inoltre, viene insegnata da docenti madrelingua. Dedichiamo all’inglese lo stesso monte ore destinate all’italiano. 

Inoltre, il nostro obiettivo è trasmettere anche gli aspetti valoriali del mondo anglosassone. Siamo convinti che “masticare” un po’ d’inglese, senza conoscerne la cultura non è sufficiente per imparare la lingua.

next school-38
IMG_8695

Natura

“Ogni cosa è strettamente collegata su questo pianeta e ogni particolare diventa interessante per il fatto di essere collegato agli altri. Possiamo paragonare l’insieme ad una tela: ogni particolare è un ricamo, l’insieme forma un tessuto magnifico”
(Maria Montessori)

Mai come adesso abbiamo avuto modo di riscoprire il legame speciale tra infanzia  e natura. All’interno della nostra realtà scolastica abbiamo messo appunto una serie di materiali didattici riguardanti la botanica e la biologia vegetale.

Diverse sono anche le esperienze che i nostri studenti svolgono nel giardino e nell’orto che consentono loro di  vivere la natura all’esterno della classe.

Tutte queste attività hanno come scopo unico quello di accrescere l’attenzione, il rispetto e la curiosità verso la natura.

Tecnologia

“La tecnologia dovrebbe migliorare la tua vita, non diventare la tua vita”
(Harvery B. Mackay)

La tecnologia, oggi,  rappresenta un enorme ampliamento delle opportunità di informazione, conoscenza e comunicazione. L’uso consapevole e la promozione di attività didattiche per un utilizzo responsabile degli strumenti informativi e della rete è uno dei pilastri della Next School.

Quest’anno, durante le lezioni di Coding e Robotica educativa tenute dal professore Rosario Battiato,  i nostri studenti hanno intrapreso un percorso di formazione che abbraccia attività di ricerca-azione e sperimentazione nel campo delle tecnologie di informazione e comunicazione (TIC).

La tecnologia dell’informazione, connessa non solo alle discipline STEM, è ormai così pervasiva da richiedere una forte padronanza del coding come rappresentazione del pensiero computazionale già a partire dalla scuola dell’infanzia. 

Per rafforzare la cultura e le competenze digitali dei nostri alunni tutto si è svolto in un contesto di giochi ed esercizi interattivi.

Per rafforzare la cultura e le competenze digitali dei nostri alunni tutto si è svolto in un contesto di giochi es esercizi interattivi.

next school-68

Cultura del diverso

“Non giudicare sbagliato ciò che non conosci, prendi l’occasione per comprendere”
(Pablo Picasso)

I bambini sono curiosi per loro natura, il loro atteggiamento non è mai giudicante ma volto a conoscere il mondo in modo spontaneo. 

I bambini di oggi devono vivere la diversità come un’occasione di arricchimento. 

Alla Next School diffondiamo la multiculturalità, educhiamo i nostri alunni alla diversità. Siamo profondamente convinti che guardare il mondo da punti di vista differenti dal proprio, è un ottimo esercizio d’intelligenza emotiva.

Sappiamo, che ogni bambino è unico, ed è per questo motivo che il nostro è un apprendimento personalizzato. La personalizzazione dell’apprendimento, implica, ad esempio, l’utilizzo di strategie che garantiscono a ogni nostro studente la possibilità di coltivare con i propri tempi e modi, le proprie potenzialità cognitive per raggiungere la personale forma di eccellenza.

Libertà

“Dona a chi ami ali per volare, radici per tornare e motivo per rimanere”
(Dalai Lama)

Mai forzare un bambino a fare qualcosa…

Attenzione: qui alla Next, non promuoviamo la totale assenza di regole, la libertà di cui parliamo è nell’accezione montessoriana “espressione si sé in un ambiente finalizzato all’apprendimento”. 

Un ambiente strutturato con regole chiare e condivise ma che lascia che il singolo studente possa sperimentare al di là della sua età o delle idee che genitori e insegnanti si sono fatti di lui.

Quindi la nostra idea di “libertà”, lo ribadiamo, non è assenza di regole, ma è libertà di espressione all’interno di regole ben precise.

I nostri insegnanti propongono e fanno da guida, ma sono i bambini a scegliere.

next school-98
IMG_5585_sfocatura

Cambiamento

“Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla”
(Martin Luther King)

I cambiamenti in momenti storici come questo sono alla base per la nostra sopravvivenza. Siamo di fronte alla sfida educativa più difficile di sempre.

La capacità dei più piccoli di generare una personale forza di resistenza nei confronti di circostanze avverse e/o stressanti, dipende da diversi fattoti.

Il ruolo della nostra scuola è quello di accompagnare gli studenti nel loro cammino di costante cambiamento ed evoluzione. In particolare, bisogna lasciare spazio all’errore, perché anche da quello si impara.

Pulizia e riordino

“Il riordino non è il fine, ma solo il messo, il vostro vero obiettivo dovrebbe essere quello di realizzare lo stile di vita che desiderate una volta riordinata la casa”
(Marie Kondo)

Le attività di riordino e di pulizia favoriscono lo sviluppo motorio-cognitivo del bambino. In pratica, lo aiutano a crescere e a diventare sempre più indipendente.

Tendiamo a pensare che i bambini sono portati al disordine. Niente di più sbagliato!

Ecco perché alla Next School piccoli compiti come tenere in ordine il banco, pulire dopo aver mangiato, rassettare i libri e gli strumenti utilizzati per l’attività didattica, contribuiscono all’armonia della quotidianità e allo sviluppo della loro indipendenza.

next school-9
next school-600x600

Il valore dell’errore

Uno dei valori più importanti della nostra scuola è sicuramente “il valore dell’errore”.

Quando viene commesso un errore, le nostre insegnanti si astengono dal giudicare negativamente lo studente che lo ha fatto.

Siamo convinti che è necessario concedere ai nostri alunni il diritto di sbagliare.

Un vecchio proverbio giapponese recita così: 

“Tutti commettono errori, ed è per questo che esiste una gomma per ogni matita”

Questo nostro modo di vedere l’errore però, non si traduce in una totale assenza di regole.

Al contrario, gli insegnanti sono chiamati a costruire un forte rapporto di fiducia con gli alunni. Questo perché paura, sensi di colpa e ansia incidono sulle capacità di apprendimento dei bambini e creano un cortocircuito emozionale che influisce negativamente sull’apprendimento.

Interdisciplinarità

Siamo dell’idea che tutte le discipline sono ugualmente importanti perché favoriscono e stimolano l’apprendimento di ogni singolo alunno.

Il nostro compito è da sempre quello di muoverci nella prospettiva dell’interdisciplinarità, intesa, quest’ultima, come capacità di mettere in relazione tra di loro saperi appartenenti ad ambiti disciplinari differenti e finalizzarli a un obiettivo comune.

Alla Next School i nostri studenti imparano l’italiano, l’inglese, la tecnologia ma anche l’arte, la musica, il teatro e la psicomotricità

next school-60-600x600

Per maggiori informazioni su NEXT SCHOOL contattaci

Risponderemo nel più breve tempo possibile.

Contattaci





Next School Logo

Via Psaumida n 15 A 97100 Ragusa
P IVA 01671180881
Kids School srl